Furore
Positano
Ravello
S.Agata su due Golfi
S.Agnello
Salerno
Scala
Sorrento
Tramonti
Vico Equense
Vietri sul Mare
 

 

 
 
 
SANT' AGATA SUI DUE GOLFI
 
Storia
A circa sette chilometri da Sorrento ed a 400 metri di altezza, è una località turistica conosciuta e visitata da molti turisti per il suo clima mite, la natura, la gentilezza e l’ospitalità dei suoi abitanti, e per la posizione centrale tra il golfo di Napoli e quello di Salerno, di fronte all’isola di Capri. Il suo nome deriva da quello di una cappella, fondata dalla famiglia Festinese nel XVI secolo e dedicata alla giovane Santa di Catania. Gli Etruschi, i Greci, i Romani, affascinati dalla bellezza della penisola di Sorrento, residenza delle sirene, s’insediarono nei boschi di Sant’Agata e vissero lì per molti secoli; ciò è testimoniato dalla presenza di un’ampia necropoli, nella parte settentrionale della collina, che è chiamata “il deserto” dai Carmelitani, perché divenne luogo per le loro preghiere e meditazioni.
 
Da visitare
La Chiesa di S. Maria delle Grazie
L'origine di questa chiesa risale al 1475 ed era stata chiamata Casafestina, dal nome di Marcantonio Festinese, che la fece costruire per voto alla Madonna perché qui vi ritrovò la propria figlia, considerata dispersa. La Chiesa è dedicata a S. Maria delle Grazie, il cui quadro spicca in un trono corinzio nella tribuna sopra detto altare.
I due altari laterali, in marmi policromi del sec. XVII, sono dedicati alla Vergine del Rosario ed a S. Antonio di Padova. La navata ha tre cappelle e la prima raffigura S. Agata, protettrice dell'omonima frazione; le pareti delle cappelle recano epigrafi con stemmi araldici di famiglie gentilizie. Di notevole pregio artistico è l'Altare Maggiore di arte fiorentina del sec. XVI, ricco di madreperle e lapislazzuli. Attiguo alla chiesa e con essa comunicante attraverso la sacrestia, vi era un Oratorio, edificato nel 1673 che conservava un bel quadro del pittore napoletano Andrea Malinconico. Si opina che due colonne marmoree di questa chiesa appartenevano all'Abbazia di S. Pietro a Crapolla. La loro decorazione è a spirale e potrebbe aver contenuto un mosaico.
 
Eventi
La carovana romantica
Nata nel1980, la carovana romantica è un raduno di auto d’epoca, che riunisce appassionati provenienti da vari paesi europei. Nel corso di questo evento, grandi amanti di macchine d’epoca di grande rilievo attraversano le parti più suggestive della Campania e del territorio nazionale.
 
 
 
 
 
Hosting Up - Italia 84127 via Luigi Guercio, 15 Salerno